… per una politica climatica sostenibile e l’energia idroelettrica

L’energia migliore, più economica e più rispettosa dell’ambiente è l’energia che non viene consumata. Ad esempio, appoggio incentivi finanziari per ristrutturazioni di vecchie costruzioni e supporto contributi di sostegno per progetti globali e innovativi per ridurre il consumo di energia e delle emissioni di CO2. Gli obiettivi climatici di Parigi devono essere rispettati. Le emissioni di CO2 devono essere dimezzate entro il 2030 rispetto al livello nel 1990. Questo deve essere fatto a livello nazionale. È inoltre necessario fornire incentivi per rinunciare ai voli a corto raggio. Per raggiungere questo obiettivo è necessario un ampliamento e un miglioramento dei servizi ferroviari, in particolare nel traffico passeggeri internazionale e di notte.

La percentuale delle emissioni di CO2 dei trasporti pubblici sul totale delle emissioni prodotte dai trasporti è solo del 4%. Un viaggio in treno produce 27 volte meno CO2 di un viaggio in automobile equiparabile e richiede sei volte meno energia. I trasporti pubblici hanno quindi un forte effetto leva quando si tratta di rendere il trasporto in generale più rispettoso dell’ambiente. Questo è il motivo per cui i trasporti pubblici devono essere rafforzati in modo sostenibile.

L’energia idroelettrica è la tecnologia chiave quando si tratta di ridurre le emissioni di CO2 e di eliminare l’energia nucleare. Deve essere ulteriormente ampliata. Le procedure di autorizzazione in merito devono essere notevolmente semplificate e accelerate. Dobbiamo ridurre la nostra dipendenza dall’estero. Le nostre centrali idroelettriche sono di immensa importanza per il nostro Cantone. Le aree montane dovrebbero essere in grado di utilizzare questa risorsa e trarne più beneficio in termini finanziari. I canoni per i diritti d’acqua sono un corrispettivo per una risorsa dell’area montana. Questi sono più che giustificati anche in tempi difficili in merito all’energia. Combatterò in futuro per una riduzione dei canoni per i diritti d’acqua.

I miei interventi parlamentari in merito:

18.4198 – Interpellation; Ungerechte Gebühren des Eidgenössischen Starkstrominspektorats ESTI
https://www.parlament.ch/de/ratsbetrieb/suche-curia-vista/geschaeft?AffairId=20184198